FIRENZE: CONSEGNATI I GONFALONI D’ARGENTO

Riconoscere il talento, premiare il merito, valorizzare le potenzialita’ dei giovani: solo cosi’ si puo’ crescere, ed e’ per questo che proprio ai giovani, in occasione della Festa della Toscana, dedicheremo nuove iniziative legislative”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Riccardo Nencini, intervenendo alla cerimonia consegna dei Gonfaloni d’argento ai giovani imprenditori Lucia Aleotti, Andrea Ceccherini, Matteo Colaninno e Giulia Ligresti.

”Nell’Italia di oggi -ha detto Salvatore Settis, direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa- e’ sempre piu’ difficile per i giovani farsi valere. In parte questo e’ dovuto alla curva demografica: siamo fra i primi Paesi al mondo per crescita dell’eta’ media, e siamo nettamente al primo posto in Europa nella spesa per le pensioni rispetto agli altri settori del welfare. La tendenza e’ quella di proteggere di piu’ chi e’ piu’ vecchio. Ma e’ una tendenza che dobbiamo invertire, perche’ altrimenti spegniamo nei giovani ogni entusiasmo e ogni progettualita’”.

“Negli anni ’60 -ha continuato- nacque una mitologia, secondo cui il merito e’ male: no alla meritocrazia, si diceva. Ma si confondeva il merito con il privilegio. Oggi dovremmo dire: no al privilegio, si’ alla meritocrazia, perche’ non c’e’ niente di piu’ egualitario della meritocrazia”.

FIRENZE: CONSEGNATI I GONFALONI D’ARGENTOultima modifica: 2007-11-28T14:16:26+01:00da meritocrazia
Reposta per primo quest’articolo